DA VEDERE

Da non perdere per chi si reca a San Mauro Forte, l'antico borgo medievale, i suoi numerosi palazzi storici e la torre normanna. Quest'ultima, torre cilindrica a tre piani, con base circondata da un bastione poligonale, è ciò che resta dall'antico castello normanno-svevo che fu ristrutturato dagli Angioini.Tale torre per secoli è stata riprodotta in dipinti e stemmi familiari del luogo e, negli anni '80, nella serie filatelica dei castelli.

I numerosi palazzi nobiliari sono risalenti al settecento: tutti presentano pregiati elementi ornamentali come portali in pietra, fregi floreali che testimoniano il rapporto che i proprietari ebbero con la cultura napoletana, documentato in particolare da dipinti di ispirazione partenopea presenti nelle cappelle private. I palazzi più importanti sono: Palazzo Arcieri/Bitonto, con portale monumentale, Palazzo Lauria, con portale barocco del 1700, cappella privata e diversi mobili antichi all'interno, tra cui scrigni veneziani del 1600, Palazzo Del Turco, Palazzo Acquaviva, con cappella, Palazzo Deufemia, Palazzo Scalese, Palazzo Montesano, Palazzo Dimase, Palazzo Disanza, Palazzo Onorati.

Tra gli edifici religiosi degna di nota è la chiesa di Santa Maria Assunta, situata alle spalle della torre normanna, risale al 1553 come ricostruzione barocca di un edificio di culto precedente, completato nel medioevo. Conserva una croce del XVI secolo e una tela del 1700.

E poi la chiesa dell'Annunziata, che fu costruita a partire dalla fine del XV secolo dai francescani, insieme al grande Convento, alto cinque piani e occupante un'area di 4000 metri quadri. La chiesa presenta un portale del Cinquecento con stemmi sulle paraste e al suo interno sono conservate alcune opere di Antonio Stabile del 1580: l'Annunciazione e i Santi Francesco e Lorenzo. Infine, vi sono la Chiesa di San Rocco, la Cappella di Santa Maria del Rosario  e la Cappella di San Vincenzo.

Data:
16-12-2020